La storia

32241 a.C Un manipolo di uomini e donne, sotto la guida del giovane Tarek, sfida le regole della natura per sottrarsi alla morsa del Dio Gelo; lottando contro feroci animali oggi estinti riusciranno a fondare il villaggio del lupo sulle sponde dell’antico lago Tiberino, grande come un mare, all’ombra di immense sequoie.

2009 d.C. Un gruppo di ricercatori fiorentini s’imbatte nella mummia di un ragazzo della preistoria, rinvenuta durante alcuni scavi nei pressi della foresta fossile di Dunarobba (unico caso al mondo esistente presso Terni); da quel momento una sorta di maledizione sembra abbattersi su di loro, dilagando senza controllo.

Le due storie evolvono in parallelo senza che nessuno possa capire chi è morto e perché; senza che nessuno possa dare un senso logico alla maledizione che dilaga mietendo silenziosamente numerose vittime. Il romanzo chiude con un colpo di scena inaspettato che rivelerà la triste realtà solo nelle ultimissime pagine, quando anche intense e struggenti storie d’amore troveranno il loro epilogo.


0
pagine
0
a. C.
0
personaggi

Personaggi della preistoria

  • Aalborg
  • Aaron
  • Adduk
  • Albomor
  • Alkoran
  • Arian
  • Chisuum
  • Dana (magus)
  • Danka
  • Darco (l’antico)
  • Darco (il giovane)
  • Delanay
  • Donna
  • Flair
  • Fraonia
  • Eman
  • Graab
  • Gondar
  • Hamed
  • Lothian
  • Magus (l’antica)
  • Mukros
  • Rahsaan
  • Rolhonert
  • Rosh
  • Sinn
  • Synizhar
  • Tabata
  • Tarek (l’antico)
  • Tarek (il giovane)
  • Thalarud
  • Tolian
  • Tolieb
  • Wajda (magus)

Personaggi moderni

  • Angela (assistente universitaria)
  • Anne Larsen (biologa)
  • Antonio Russo (Maresciallo dei Carabinieri)
  • Assistente di volo Boeing 777 Alitalia
  • Brigadiere (Reparto Tecnologie Elettroniche ed Informatiche di Roma)
  • Camionista
  • Chadi
  • Comandante Boeing 777 Alitalia
  • Cristiano De Venti (geologo)
  • Daniele Sabatini (vice-soprintendente in Umbria)
  • Di Felice (Medico della Croce Rossa)
  • Ernesto Roscini (magistrato)
  • Fabio Fabii (anatomo-patologo)
  • Federico Marcelli (escavatorista)
  • Francesca (segretaria)
  • Francesco Damiani (biologo)
  • Franco Di Matteo (escavatorista)
  • Giacomo Merti (biochimico)
  • Giorgio Damiani (imprenditore agricolo)
  • Giorgio De Blasi (sottosegretario)
  • Giornalista BBC
  • Giornalista Canale 5
  • Giornalista Fox News
  • Giornalista Rai Uno
  • Giornalista Sky
  • Giovanna Belmonte (antropologa forense)
  • Giovanni De Rosa (Maresciallo Capo dei Carabinieri)
  • Giuseppe Ferrari (AD Bios Italia srl)
  • Henry Alberti-Guinness (giornalista)
  • Luca Balboni (geologo)
  • Luigi (ingegnere)
  • Marchese degli Arnaboldi
  • Marco Barcacci (magistrato)
  • Marco Lucchini (soprintendente in Umbria)
  • Mark Damiani (genomista)
  • Maria Russo (studentessa universitaria)
  • Massimiliano Masi (infiltrato)
  • Massimo Cencelli (geometra)
  • Medico della Croce Rossa
  • Ministro del Bilancio
  • Patrizia (fidanzata di Mark Damiani)
  • Professore di tesi di Mark Damiani
  • Rettore dell’Università di Firenze
  • Roberto Franchi (ricercatore in Biologia dei Sistemi)
  • Saloua
  • Simone Pozzi Fontana (geologo)
  • Silvio Martelli (geologo)
  • Valerio Bonelli (Capitano dei Carabinieri)

Ambientazioni

  • Biserta (Marocco)
  • Dunarobba (Terni)
  • Firenze
  • Gazzadina (Trento)
  • Gran Sasso, rifugio Franchetti (Teramo)
  • Lago Trasimeno (Perugia)
  • Marsciano (Perugia)
  • Montecastrilli (Terni)
  • Perugia
  • Isola di Favignana (Sicilia)
  • Marina di Ginosa (Taranto)
  • Mentana (Roma)
  • Monterotondo (Roma)
  • Narni (Terni)
  • San Gimignano (Siena)
  • Terni
  • Trento
  • Villasimius (Cagliari)

Gli autori

Foto di Romolo Di Francesco e Maria Grazie Tiberii
Romolo Di Francesco
Geologo, scienziato, divulgatore scientifico, autore di 10 libri per la formazione universitaria e post-universitaria; è stato il primo al mondo a trovare la soluzione esatta ad una teoria matematica del 1936 applicata all’ingegneria ed alla geologia e a completare la teoria dei moti ondulatori del 1750 estesa ai mezzi porosi. Dopo il romanzo-verità dedicato al terremoto dell’Aquila, è alla sua seconda esperienza nel campo della narrativa; gli è toccato il difficile compito di ricostruire gli ambienti del passato, a partire da quelli attuali, e di far rivivere uomini e animali estinti da millenni in azioni al cardiopalma.
Maria Grazia Tiberii
Nata a Torino, ma di origini teramane, è laureata con lode in statistica con tesi in demografia storica, lavoro maturato da un’innata passione per la ricerca storiografica. Autrice di ricerche, pubblicazioni scientifiche, articoli divulgativi, è alla sua seconda esperienza editoriale. Sono sue le splendide ambientazioni storiche descritte nel romanzo, che sembrano donare una seconda vita agli uomini di Cro-Magnon e di Neanderthal, nostri progenitori.